*.V *

bore.usp.br

*.V *

- 127 —

che in piccol numero sui margini alveolari. Vi sono però delle felici

eccezioni. Ho conosciuto due vecchi, l'uno di 70 e l'altro di 84 anni,

che conservavano ancora tutti i loro denti.

Esiste per ogni dentizione un canale dentario particolare. Nella mascella

inferiore, quello che corrisponde ai denti di latte comincia

dietro all'orifizio di entrata del canale dentario inferiore passa

al di sotto di questo canale ed un poco in fuori, sotto gli alveoli

dei denti provvisorii, e si termina con un'orifìzio distinto al di sotto

del foro mentoniero. Il suo calibro è molto sviluppato nel feto, diminuisce

nel fanciullo, poi si restringe sempreppiù, a misura che i

denti permanenti si formano. Serres dice aver osservato un canale

analogo sul mascellare superiore.

Ma non sono solamente i canali dentarii della mascella che si modificano

sotto l'influenza delle due dentizioni. Queste ossa differiscono

anihe molto notevolmente, secondo che si considerano nel periodo

medio o ai due termini estremi della vita.

Prima della comparsa dei denti, il corpo della mascella inferiore

é poco alto, poco lungo e molto spesso. La sua base forma col margine

parotideo un* angolo molto ottuso; il condilo, l'ineistira sigmoide

e 1'apofisi coronoide guardano in alto ed in dietro, l'apofisi del mento

si dirige in alto ed in avanti ; i canali dentarii occupano la parte media

del corpo dell'osso. Il foro mentoniero si apre al di sotto del canino.—

La faccia, allungata nel senso trasversale e raccorciata nel

senso verticale, offre una forma semi-circolare. Le guance troppo

grandi per lo spazio che coprono sono sporgenti e come spinte

in fuori dal tessuto adiposo accumulato in grande abbondanza sotto

la pelle.

Dopo l'eruzione dei denti, il corpo della mascella inferiore aumenta

di altezza e diminuisce di spessezza. Il suo angolo è meno ottuso,

quasi retto. Il condilo e 1' apofisi coronoide si dirigono in alto. L'apofisi

mentoniera è rivolta direttamente in avanti. Il canale dentario

si avvicina alla base della mascella. 11 foro mentoniero, sempreppiù

posteriore, corrisponde successivamente al primo piccolo molare,

poi al setto che lo separa dal secondo ed infine alla radice di questo.

La faccia si allunga progressivamente di tre centimetri, in modo

che il suo diametro verticale predomina sul trasversale, le guance

sono meno sporgenti, e la fisonomia prende a poco a poco i caratteri

che la distinguono nell'adulto.

Nella xecchiaia, dopo la caduta completa dei denti, le ossa mascellari

riprendono l'aspetto che offrivano prima della uscita di questi.

La loro porzione dentaria o alveolare sparendo per riassorbimento,

il corpo della mascella perde la metà della sua altezza e sembra

relativamente molto lungo. Il suo angolo ritorna a divenire ottuso,

il suo condilo e la sua apofisi coronoide s'inclinano di nuovo un

More magazines by this user
Similar magazines