*.V *

bore.usp.br

*.V *

- 380 -

canale per portarsi verso i polmoni al momento in cui il torace si

dilata, cosi anche il sangue si precipita in tutti questi canali venosi,

per affluire verso il cuore, al ripetersi di ogni ispirazione. I movimenti

respiratorii divengono cosi un potente aiuto della circolazione

venosa.

L'influenza aspirante del petto si propaga in basso sino all'origine

della vena cava inferiore ed infuori sino alla parte media delle vene

ascellari, in alto fino ai seni della dura madre. — La circolazione

dei sangue venoso nell'encefalo e nel fegato si trova dunque sotto

la dipendenza immediata delle pareti del torace. Ecco perché, di tutt'i

mezzi da usarsi per rianimare un ammalato asfittico, il primo e più

efficace consiste nel provocare larghe inspirazioni, che. attirando l'aria

ed il sangue verso il petto, liberano l'encefalo, fi anche con larghe

inspirazioni che bisogna soprattutto combattere la congestione semplice

del fegato.

Al punto di-vista chirurgico, le vene che si trovano situate nella

sfera di aspirazione del petto non sono meno utili a conoscersi, imperocché

ogni lesione di queste vene durante il coreo di un'operazione

può essere seguita dall'entrata istantanea dell'aria nella loro

cavità. K necessario dunque che esse sieno sempre presenti alla mente

dell'operatore, affinchè eviti di ferirle, o ne faccia antecedentemente

la legatura, se debbono essere recise.

4

I). - Nervi del torace.

1 nervi che si ramificano nelle pareti del torace sono destinati

principalmente ai tre gruppi di muscoli che abbiamo antecedentemente

enumerati, ed accessoriamente alla pelle. Nati quasi tutti dalla midolla

spinale, ai succedono nell'ordine seguente:

1." Il nervo frenico o diaframmatico, che viene dal quarto paio

cervicale, ed accessoriamente anche dal terzo o dal quinto, o anche

da queste tre sorgenti insieme :

2.* I nervi del muscolo succlavio, del gran dentato, del grande

e del piccolo pettorale che emanano dal plesso brachiale, cioè

dalle quattro ultime paia cervicali e dal primo dorsale;

a. - Le undici paia dorsali seguenti, che si distribuiscono: con

le loro branche posteriori e spinali ai muscoli spinali, al piccolo

dentato superiore, al piccolo dentato inferiore, al romboide, al grande

dorsale, e per le loro branche anteriori ai muscoli intercostali

sopracosUli, sottocosta)!, triangolare dello sterno e grande dorsale,

come anche alla pelle delle parti antero-laterali del petto

Considerati dal punto di v ista fisiologico si potrebbero suddividere

tutti questi nervi in due classi: 1* i cervicali, che si distribuiscono

ai muscoli inspiratori ; S* i dorsali, destinatim fcuscolt espiratori ed

a quelli che non partecipano né all'inspirazione, né all'espirazione.

More magazines by this user
Similar magazines